Tag Archives: blog tour

Blog Tour Silvia Devitofrancesco – Lo Specchio del Tempo – Tappa III

3 Dic

silvia-devitofrancesco Lovingbooks vi condurrà in questa terza tappa del Blog Tour di Silvia Devitofrancesco. Continua il viaggio alla scoperta dei personaggi e dei luoghi de Lo Specchio del Tempo !

 

lospecchiodeltempo

 

 

TAPPA III

– I PERSONAGGI DI “IERI” : Herminia e Heinricus –

 

Nella sua introduzione a Lo Specchio del Tempo, Silvia Devitofrancesco definisce i confini della sua storia, dichiarando le due protagoniste speculari quali donne normali, “comuni, vissute in epoche lontane tra loro e con abitudini e stili di vita completamente differenti”.

Silvia dice :

“ogni persona il cui cuore batte ogni giorno è grande, anche se non ha ricevuto l’appellativo magnus. E’ grande per il semplice fatto che vivendo, è in grado di produrre storia”.

Questo mi ha molto colpito, e mi ha fatto riflettere sull’effettiva grandezza racchiusa in un personaggio  come quello di Herminia, la protagonista duecentesca, lo specchio riflesso dell’Erminia dei nostri giorni. Il contesto storico è quello che vede Federico II di Svevia muovere verso la sesta crociata. Siamo a Bari, nel 1227, e l’aria profuma già di guerra. La drammaticità della storia di Herminia è riassunta nella frase “ il destino di un individuo dipendeva dal suo sesso“.

Herminia è una giovane contessa, in balia di un padre molto severo; il rapporto tra loro è spezzato da un evento che ha irrimediabilmente compromesso la loro possibilità di essere felici insieme. La ragazza è vittima delle convenzioni sociali dell’epoca, costretta in una gabbia che pare costruita ad arte per contenerla. E’ questa sua stessa condizione di inferiorità e di apparente fragilità a renderla “grande”, quando inizia a muovere i primi passi controcorrente, sfidando i costumi, il suo stesso credo, il modus vivendi, e pretendendo dalla vita ciò che fino a quel momento le era stato negato : la libertà di amare chi si vuole, di applicare in un ambiente prettamente maschile le proprie conoscenze, la possibilità di lasciare il suo marchio nella Storia. Herminia, costretta in un giogo di situazioni e momenti drammatici, trova comunque la forza di alzare la testa e affrontare gli ostacoli che le si parano d’inanzi, arrivando alla scelta più estrema …

 

il-mio-destino-sarebbe-stato-quello-di-diventare-un-amanuense-una-donna-amanuense-per-la-precisione-1

 

 

Così come Herminia, anche frate Heinricus è costretto in un ruolo che non gli appartiene. Vorrebbe fuggire, ma il senso del dovere in lui è forte. In lui la dolce contessina vede due opposti che si amalgamano, la rigidità e la durezza da un lato, l’eleganza e la dedizione dall’altro. Il loro legame è un peccato ai loro stessi occhi, ma ciò che accade dopo lungo desistere appare inevitabile :

 I suoi occhi si avvicinarono ai miei. I nostri sguardi si rifletterono. Le nostre mani s’intrecciarono. Le nostre labbra si schiusero e gustammo l’uno il sapore dell’altra durante un surreale bacio. Il mio primo bacio. Il cuore batteva all’impazzata e avevo completamente perso la lucidità. Quando l’idillio terminò, sistemai i capelli fradici nel cappuccio, chiusi il mantello e senza dire una sola parola, rientrai nel convento attraversando la porta dalla quale eravamo usciti”

-LO SCRIPTORIUM-

Leggendo di questi due  vien da ripensare a certi versi di dantesca memoria :

…Galeotto fu il libro e chi lo scrisse, quel giorno più non vi leggemmo avante.”

I libri sono uno sfondo importante ne Lo Specchio del Tempo. In particolare, il manoscritto cui lavora Herminia su istruzione dell’abate, è un fondamentale anello di congiunzione tra le due storie parallele qui narrate. Lo Scriptorium, con i suoi codici manoscritti, è il luogo in cui la miccia si accende. Uno sguardo, uno sfioramento di mani, una promessa sempre rinnovata … gli ingredienti di antichi poemi riemergono prepotenti tra le pareti di questa stanza, fuggevoli istanti in mesi e mesi di duro lavoro di copiatura e trasmissione del sapere. Sembra quasi di sentire il frusciare dei sai e dei mantelli, il graffiare delle penne d’oca sui fascicoli, lo strusciare dei piedi sulla pietra, mentre i frati ed Hermina portano avanti il loro importante compito.

“Il mattino seguente l’abate mi accompagnò nello scriptorium. Si trovava nell’ala laterale dell’edificio, quello stesso corridoio dal quale l’abate era sbucato la sera prima bloccando la mia fuga. Ero avvolta nel mantello e avevo giurato mille volte che sarei rimasta muta. Seguii l’uomo in un religioso silenzio. Avevo ricevuto un’importante possibilità e non avrei tradito la fiducia che egli aveva riposto in me. L’abate aprì una pesante porta di legno e mi invitò a entrare. Rimasi di stucco : quella stanza era un paradiso. Dalle grandi finestre la luce del sole entrava perpendicolarmente e illuminava le pergamene e i leggii. Dal lato opposto della stanza, numerosi armaria contenevano i preziosi volumi, alcuni dei quali donati da mio padre. Questa mia attenta osservazione fu interrotta dall’abate, il quale mi mostrò un tavolo appartato.

<<Ecco, Herminia, quella sarà la vostra collocazione. Mi raccomando, non fatemi pentire>>

Sorrisi dolcemente. <<Non vi pentirete, signor abate>>

Il mio destino sarebbe stato quello di diventare un amanuense. Una donna amanuense, per la precisione.”

°§°

 

Spero che questa tappa vi sia piaciuta e abbia acceso la vostra curiosità ! A domani con Giacomo Ferraiuolo per l’intervista con Silvia Devitofrancesco !

Per partecipare al giveaway condividete, commentate e seguite i blog che ospitano le tappe. Cliccate qui : a Rafflecopter giveaway – per una copia ebook de Lo Specchio del Tempo ! E il 5 dicembre visitate Bosco Dei Sogni Fantastici 🙂 

 

lo-specchio-del-tempo

Silvia Devitofrancesco Blog Tour – Lo Specchio del Tempo

30 Nov

Blog Tour Books vi aspetta il primo dicembre con Lo Specchio del Tempo di Silvia Devitofrancesco !

Blog Tour Books

Ciao a tutti, amici bibliofili !

La lunga attesa è finita, i mesi di restyling e preparazione sono terminati, ed eccoci finalmente pronti ad annunciare un nuovo blog tour.

silvia-devitofrancesco

Mi permetto di fare un’introduzione in prima persona : ho avuto modo di leggere Lo Specchio Del Tempo già quest’estate, e mi ha affascinato in modo repentino e inaspettato. Sono stata sorpresa dalla storia di Silvia Devitofrancesco,la ragazza in rosso, che con le sue parole mi ha catturata a tal punto da farmi arrivare alla parola “fine” nel giro di un solo pomeriggio. E’ stato quindi un vero piacere per me essere coinvolta nell’organizzazione del suo blog tour, e sono lieta di poter presentare il libro e la sua autrice a chi magari non abbia ancora avuto modo di scoprirli.

Ringrazio vivamente Isabella, una collega davvero straordinaria, senza la quale non combinerei nulla; Dana, Mariagrazia e Giacomo per…

View original post 42 altre parole

Blog Tour “Plettri e Sigarette” – I tappa

28 Nov

 

 

Buongiorno a voi amici bibliofili, e benvenuti a bordo !

Questa volta ho l’onore di aprire le danze, conducendovi nella prima tappa del Blog Tour “Plettri e Sigarette”, titolo d’esordio di una giovane autrice, Mariam Tarkeshi, che forse voi conoscete già grazie al suo blog Le Opinioni Letterarie di una tipa che odia un sacco di cose“. Andate a darci un occhio, btw, e scoprirete le istruzioni per vincere una copia gratuita di Plettri e Sigarette

banner

 

Bibliotheka Edizioni lo pubblicherà il 16 gennaio. Io personalmente non vedo l’ora di leggerlo : un po’ perché ho avuto modo di sbirciare qualcosa in anteprima, un po’ perché gli ingredienti di questa storia bastano a farmi drizzare le antenne : rock’n roll, Londra, i sogni e le ambizioni di otto giovani protagonisti incasinati forte,  con l’arte nel sangue … Dai, sbirciamo la quarta di copertina !

 

I TAPPA –  TRAMA e PROLOGO

 

Titolo : Plettri e Sigarette

autore : Mariam Tarkeshi

casa editrice : Bibliotheka edizioni 

trama :  La musica, il sogno di diventare famosi, le incomprensioni, le gelosie, le idiosincrasie di otto giovani artisti in erba londinesi. “Plettri e Sigarette” parla di Nancy, che non si sente protagonista neanche della propria vita e di Thomas, cresciuto a pane e fumetti con il sogno di passare da secchione a eroe. Subito accanto a loro troviamo Charlotte, un po’ puttana e un po’ bambina, che affoga le sue insicurezze nell’alcol, e Judith, abbandonata a se stessa nel vortice dei disordini alimentari e dell’autolesionismo. Poi c’è Evan, a prima vista il giullare della situazione, che ha perso i genitori da piccolo e si sente in dovere di proteggere la sorella Anna dal mondo. C’è Johnny, il suo migliore amico, figlio di genitori assenti ed episodi di bullismo che l’hanno lasciato incapace di affrontare il mondo. Dietro tutti loro si nasconde Adam, arrampicatore sociale per cui ogni cosa può trasformarsi in un mezzo per raggiungere un fine. Il lettore assiste alle vicende attraverso gli occhi di ciascun personaggio, che si racconta apertamente in un susseguirsi di salti temporali e versi di canzoni. La trama si manifesta come un puzzle: un pezzo alla volta, non necessariamente in ordine, ma con la possibilità, alla fine, di avere del tutto una visione d’insieme.

hintergrund-tapete-1459427922wsl

 

Un gruppo tra i più vivaci e interessanti, non credete ? C’è da pensare che ne leggeremo delle belle … Amo i libri con molteplici punti di vista, perché ti insegnano che non esiste mai una sola versione della storia, e amo le storie che sanno toccare temi delicati come quelli citati dalla trama, che parlano delle fragilità degli esseri umani, e dei precipizi in cui ricadono, a volte senza trovare appigli per evitarlo.  La musica, nelle pagine che seguiranno, sembra fare da sottofondo e insieme partecipare alle insicurezze e ai drammi di questi giovani artisti; mi viene da chiedere quante difficoltà si troveranno a fronteggiare e in che modo i nodi verranno al pettine. Quel che è certo, la promessa è quella di un puzzle complesso che verrà comunque portato a compimento nell’ultimo atto.

london-1405911_960_720

 

Voglio lasciarvi con le parole di Mariam.

Ecco, in anteprima per voi lettori,  lo sferzante prologo di Plettri e Sigarette : 

31 Dicembre 2012

Giuro che la testa potrebbe scoppiarmi in questo momento. Proprio qui, proprio ora, addosso a questa gente che non si vuole spostare, che si agita, che si muove a ritmo di bassi a batterie assordanti, che…
Ti prego, fa che vada tutto bene.
«Nancy?»
Credo che questa serata non dovrebbe esistere. Questa serata… sono molto arrabbiata con questa serata.
Le mie tempie, le sento creparsi.
Charlotte. Charlotte, dove sei?
«Nancy, che hai?» Qualcuno mi chiama, e mi chiedo come io possa sentirlo sopra tutto questo frastuono.
Thomas scende dal palco di corsa e Adam afferra il cellulare, nessuno sa cosa stia succedendo e la musica di non so che gruppo famoso esce violenta dagli altoparlanti, il buio e il trambusto coprono la loro vergogna. Anche se li noto solo io. Anche se…
Charlotte, ti prego, torna qui. Charlotte, Charlotte…
«Nancy, stai bene?» Due mani mi afferrano saldamente le spalle e mi ritrovo davanti al viso il petto di un ragazzo con la maglietta dei Ramones.
Chiunque tu sia, ti prego, toglimi questo dolore.
«Nancy, guardami.»
Chiunque tu sia, portami via di qua.
«NANCY!»
Judith è sparita e Anna beve birra, Thomas è il riflesso della luce sui propri occhiali. Johnny è così snello e sottile che i suoi vestiti scuri lo nascondono nel buio chissà dove.
Una delle mani si stacca dalla mia spalla e scende con due dita sotto il mio mento, mi tira su il viso e oh cazzo le luci, le luci in faccia, non è umano, non è…
Con gli occhi semichiusi scorgo il volto di Evan, distorto dalla preoccupazione/dal dolore/da questa serata che è probabilmente la serata più sbagliata di tutta la nostra vita.
«Dio, se sei messa male» mi dice. «Ti porto fuori.» Quella stessa mano che mi teneva il viso alzato scivola verso il mio polso e mi porta via con sé, lontano da tutto questo, al sicuro.
Charlotte?
L’aria gelata di Londra a Dicembre mi sferza il viso, risvegliandomi dalla catatonia in cui ero crollata. La porta del Pizza & Rock sbatte dietro di noi e barcollo, Evan mi regge, io mi fermo. Alzo lo sguardo dai miei piedi alla zazzera rossa del mio batterista. «Dove sono gli altri?» chiedo con un filo di voce.
Lui si accende una sigaretta, si guarda intorno in modo sciolto. «Qui non ci sono.»
Lo ucciderei, giuro. Gli prenderei la testa e gliela sbatterei contro il marciapiede pieno di lattine vuote e gomme masticate. Non sono in vena di scherzare.
Questa serata finirà male.

 

Questo è il momento in cui uno maledice di non avere il libro già a portata di mano … Se come me siete già morbosamente curiosi, vi consiglio di seguire le prossime tappe del blog tour, di cui qui di seguito riporto il calendario :

banner
2 Dicembre: Com’è nata la storia. (Coaching per scrittori e autori)
9 Dicembre: Presentazione dei personaggi femminili. (Bookish Brains)
15 Dicembre: Estratti del romanzo (1) (Storie di pagine)
21 Dicembre: Il soundtrack del romanzo (1) (Libri al caffè)
27 Dicembre: Presentazione dei personaggi maschili. (Books in Kensington Gardens)
2 Gennaio: Estratti del romanzo (2) (Da una stella cadente all’altra)
7 Gennaio: Il soundtrack al romanzo (2) (Twins Books Lovers )
12 Gennaio: Intervista all’autrice – me, lol. (Angel’s Book Reader)
16 Gennaio: Rivelazione della copertina. (Il rumore delle pagine)
22 Gennaio: Il lavoro svolto insieme alla Bibliotheka Edizioni. (ControLetture)

 

Come sempre, vi auguro buona lettura !  

Irene Pistolato Blog Tour : l’autrice

22 Gen

La serie del rischio

 

TAPPA 6 – L’AUTRICE  

Benvenuti lettori, a questa nuova puntata del Blog Book Tour dedicato a Irene Pistolato e alla sua Serie del Rischio ! Come forse avrete già scoperto nelle tappe precedenti, Irene ha esordito con Ti va di Rischiare ? sulla community online di Wattpad, riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica, tanto da essere invitata a partecipare al Salone del Libro di Torino (edizione 2015), e da avere menzione nel noto mensile Wired.

Essendo iscritta a Wattpad già da qualche mese, per me leggere on line Ti Va di Rischiare ? non ha rappresentato grosse novità  : conoscevo già il meccanismo. In un paio di clic ho aggiunto la storia di Irene alla mia libreria, e ho cominciato a leggere di Marco e Serena. Lo ammetto candidamente : non sono una grande fan del genere rosa. Uno dei pochi libri ad avermi appassionata, che ancora ero in seconda superiore, è stato Rosa d’Inverno di Kathleen Woodywiss.  Eppure con Ti va di Rischiare ? , storia molto più leggera e scorrevole, la curiosità e l’interesse sono stati immediati, il divertimento assicurato. I personaggi sono vividi e la narrazione trascinante. Alcune scene poi, davvero esilaranti !

 

Sono contenta di aver avuto l’opportunità di conoscere meglio Irene, una ragazza dolce, creativa e sensibile; un’autrice che, si capisce, ama scrivere, e che presto ci regalerà nuove bellissime storie.

Ma vi starete chiedendo, chi è Irene ?  All’intervista di Sonia e alla sua biografia, riportata qui di seguito, si aggiunge ora un’altra serie di domande incentrate sulla sua attività di autrice e sul primo volume della Serie del Rischio. Buona lettura ! 

 

Irene nasce a Venezia trentatré anni fa, in una calda giornata di luglio. È cresciuta in un paese non troppo lontano da quella meravigliosa città che ha sempre adorato. Si trasferisce in provincia di Brescia per amore del suo Simone, con cui convive ormai da ben tredici anni. Lavorano insieme nella pasticceria, vicino al Lago di Garda, dove Irene scrive in ogni momento libero che riesce a ritagliarsi tra un cappuccino e un delizioso pasticcino. Legge da tutta la vita, la sua libreria è cresciuta negli anni, diventando sempre più affollata. Ama i thriller, i gialli, i romance e i fantasy. Scrive da qualche anno soltanto, era curiosa di sapere se fosse stata davvero in grado di creare qualcosa. Mai avrebbe immaginato che ciò che scriveva, sarebbe piaciuto a qualcuno. Con “Ti va di rischiare?” ha ottenuto un discreto seguito sulla writing community di Wattpad che ad oggi ha raggiunto le due milioni di visualizzazioni. I suoi migliaia di followers (ora arrivati a più di seimila), hanno attirato l’attenzione di un giornalista che scrive per la rivista Wired e che l’ha invitata, assieme ad altri autori, al Salone Internazionale del Libro di Torino lo scorso maggio per parlare proprio di questo nuovo mondo di Wattpad. Grazie al successo ottenuto con “Ti va di rischiare?”, ha deciso di creare “La serie del rischio” che sarà composta da cinque romanzi, tre dei quali già conclusi. In self-publishing, ha pubblicato anche altri titoli autoconclusivi: “Io ti credo”, “Una semplice coincidenza” e “Il patto di Natale”. Di recente ha pubblicato una raccolta di storie brevi, “12 mesi d’amore”. 

 

 

 

Ed eccoci qui con le domande !

Ringrazio di cuore Irene per la sua disponibilità ! 

1. Serena e Marco, e i loro amici e i loro familiari, sono creature di pura fantasia, oppure ti sei basata / hai preso spunto da qualcuno? I miei personaggi sono tutti frutto della mia fantasia. Ammetto, però, che per Serena e Marco ho preso spunto dalla mia vita di coppia e c’è molto di noi in loro. Il loro gattone Diablo, assomiglia molto alla mia Honey caratterialmente e i loro comportamenti sono molto simili. Alla fine ho preso spunto da qualcuno, è vero.

2. Vediamo i due protagonisti iniziare col piede proprio sbagliato (quanto ho riso, a proposito, complimenti! XD). Disavventure alla Bridget Jones e scene da film si mischiano per formare un quadro vivace e scorrevole. C’è stato qualche momento simile, nella tua vita, da cui hai potuto attingere? Quanto la senti vicina a te, Serena?
Qualche momento simile l’ho vissuto e molti scambi di battute le ho attinte dalla realtà. Non ho amici pazzi come loro, ma qualche scenetta comica è successa anche a noi. Oh sì, la loro storia è iniziata proprio col piede sbagliato e Serena ha fatto di tutto per fare capire a Marco quanto non lo sopportasse. Peccato che si sia lasciata incantare ahaha. Mi sento molto vicina a Serena, diciamo che c’è molto di me in lei: siamo molto simili caratterialmente.

3. Come ti sei trovata a pubblicare su Wattpad? Consiglieresti questa piattaforma a un autore esordiente? Mi sono trovata bene a pubblicare su Wattpad. L’ho scoperto per caso e ci ho messo un po’ a capire come muovermi al suo interno, rendendomi poi conto che era davvero semplice. Secondo me è un buon modo per farsi conoscere e dare una possibilità alle proprie storie di essere lette. Alla fine sì, lo consiglierei. Grazie alla sua applicazione, sono in moltissimi a leggere da cellulare e hai un contatto diretto con i lettori che possono votare la storia, dandoti una stellina e lasciarti commenti.

4. Tanto è dolce il piccolo Daniele, quanto è oppressiva la madre di Serena. Potremmo considerarla una specie di antagonista ? Credi che in fondo anche lei abbia le sue ragioni ?La madre di Serena sa essere davvero molto pesante quando ci si mette. Credo non si renda nemmeno conto di esserlo e hanno dovuto metterla in riga. Non la considero affatto un’antagonista, in fin dei conti ama i suoi figli e farebbe di tutto perché loro siano felici. Si vede anche il suo cambiamento durante la storia, diventando migliore e non opprimendo Serena.

5. Ti va di rischiare ? Come abbiamo visto, è solo il primo libro di una serie. Come mai hai deciso di incentrare le tue storie su questo tema, “il rischio” ? Diciamo che è stato un caso. Mentre scrivevo la storia, è venuta fuori questa cosa delle scommesse stupide di Lorenzo e Luca, da qui è nato il titolo “Ti va di rischiare?”. Ho deciso così di creare questa sorta di serie del rischio, mantenendo questo tema anche per i successivi romanzi che all’inizio non erano previsti.

6. Cosa ti spinge a scrivere ? So che per ora consideri questa attività un hobby, ma dove trovi gli stimoli per prendere carta e penna ? Scrivo perché mi rilassa e mi fa stare bene. Ho cominciato da pochi anni, ma mi sono immediatamente resa conto che è una cosa che adoro, è diventata come una droga. Ho sempre amato farmi i classici film mentali, la mia mente è sempre attiva, così ho provato a mettere su “carta” le immagini che la popolavano e sono nate queste storie. Diciamo che è un modo divertente per non impazzire.

 

blog tour Irene Pistolato

 

Potete contattare Irene Pistolato qui : 

Blog: http://bijouttina.blogspot.it/
Pagina facebook: https://www.facebook.com/irebijouttina
Pagina facebook “La serie del rischio”: https://www.facebook.com/laseriedelrischio
Twitter: https://twitter.com/bijouttina
Instagram: https://instagram.com/bijouttina/
Mail: bijouttina@outlook.it

Nella prossima tappa scopriremo ciò che ci riserverà in futuro La Serie del Rischio,  a rivederci nel blog L’acquerello di un attimo, il 26 gennaio ! 

 

 

Bacheca Avvisi : Reviews II e Blog Tour Books

9 Nov

Buonasera, cari bibliofili !

Questo breve post per avvisarvi che sul menù qui sopra potete ora trovare una sezione intitolata Reviews II, perché effettivamente il primo elenco di recensioni non era più tanto scorrevole. I libri letti e commentati dalla sottoscritta nel 2015 li troverete, (prima o poi, ve lo giuro !), tutti lì, e approfitto dell’occasione per ricordarvi che se qualcuno di voi volesse suggerirmi ulteriori letture, resto con le orecchie ben aperte !

L’ELENCO DELLE RECENSIONI DISPONIBILI :

LE PROSSIME RECENSIONI :

  • Luglio 2015 : The One Plus One, di JoJo Moyes
  • Agosto 2015 : Il Visconte Dimezzato, Le Città Invisibili, di Italo Calvino
  • Settembre 2015 : Prima del Solstizio d’Inverno, di Silvia Marchesini
  • Ottobre 2015 : Chi Teme la Morte : la profezia di Onye, di Nnedi Okorafor

Lovingbooks

A breve si aggiungerà al menù anche un’altra sezione, dedicata alla mia attività per  Blog Tour Books. Avete dato un’occhiata al nuovo sito e alla pagina facebook ? Io ve lo consiglio caldamente, è piena di iniziative volte a promuovere libri e autori molto interessanti !! Al momento, proprio per preparare il prossimo Blog Tour, sto leggendo su WattPad il libro “Ti Va di Rischiare?” (La Serie del Rischio, Vol.1) di Irene Pistolato, che avrò l’opportunità di intervistare per voi ! Lo trovate anche qui, su Amazon. Invece, il cinque dicembre, parte il Blog Tour dedicato al libro di Federica Martina, A Causa Tua, nella mia wish list già da un po’ !

    

Inoltre, la mia carissima collega e amica Sonia di Solo 1 Altra Riga, per festeggiare i tre anni del blog ha ideato un fantastico Giveaway, pieno di premi, messi a disposizione da ben ventiquattro autori !

Io mi sono iscritta, e sono qui  con le dita incrociate … Perchè non andate a dargli un’occhiata ? 😉

 

Bene, e così vi lascio, torno al mio romanzo ! Il National Novel Writing Month non mi darà modo di essere molto presente qui su Lovingbooks, ma ho quasi pronto per voi un articolo sulla conversazione di Neil Gaiman e Claire Armitstead, avvenuta in occasione dell’Hay Festival di questo maggio, a cui come sapete ho avuto la fortuna di poter partecipare . Si è parlato di Terry Pratchett e dell’ultima raccolta di racconti scritta da Gaiman, Trigger Warning, (consigliato, lo sto terminando e mi è piaciuto assai ! ).

A presto !

Silvia Marchesini Blog Tour – Sabrina si racconta

30 Ago

blog tour banner

 

Buongiorno a voi cari lettori naviganti ! E ben ritrovati per la quarta tappa di questo avventuroso e magico Blog Tour ! Oggi scoprirete insieme a me un altro dei personaggi di Prima del Solstizio d’Inverno ed Eclissi Gemelle, due fantastici libri di Silvia Marchesini.

Se siete capitati qui per caso, abbordando la nave in pieno atto piratesco, vi consiglio di dare un’occhiata alle tappe precedenti :

 

 

— LE TRAME —

Prima Del Solstizio D’inverno di Silvia Marchesini

ISBN – 978-88-6247-070-4
pag. 318 – € 15,00

Copertina prima del solstizio d'inverno

 

Trama : Otto notti sacre. Sette prove apparentemente insuperabili e nessuna via di fuga. Un Gioco crudele, un destino avverso, la condanna di un amore impossibile. In un remoto angolo dell’Appennino, dove la magia della natura vibra ancora sotto le pure acque di splendidi laghi, tra creature fatate, popoli dimenticati e antiche leggende, una giovane donna si ritrova improvvisamente vittima di un feroce passatempo, quello dell’Ingannatore, divinità del caos e creatore di uno spietato Gioco in cui perdere significa morire. Dovendo seguirne le regole, Frida incontra Blaidd, il Pastore dei Lupi, spirito selvaggio di straordinaria bellezza e dal passato oscuro, per il quale prova immediatamente una devastante attrazione cui non è in grado di opporsi. Un sentimento irrazionale, una paura reale e inascoltata, un desiderio insopprimibile e pericoloso la legheranno a Blaidd lungo una strada già tracciata, contro un destino apparentemente segnato, per spezzare una maledizione e oltrepassare i confini di un amore proibito. 

Eclissi Gemelle di Silvia Marchesini
ISBN – 978-88-6247-110-7
pag. 376 – € 13,00.

 

Eclissi Gemelle

 

.trama :  Il Gioco è finito, l’equilibrio è tornato a Fardan, ma per Blaidd e Frida, il tempo di stare insieme non è ancora arrivato. Costretti a vedersi solo nelle Notti Sacre, cercano un modo per spezzare il patto con la Signora della Morte, ma tutti i loro tentativi sembrano inutili. Blaidd, lontano dalla positiva influenza umana di Frida, sente crescere in sé il potere dell’Incubo, ormai libero di manifestarsi e la sua nuova crociata lo porta a scoprire un inquietante segreto, che potrebbe stravolgere la sua vita. Intanto, una misteriosa creatura arriva a Fardan. Nessuno conosce la sua identità e il suo unico scopo pare sia quello di eliminare il Pastore dei Lupi. Un odio in appa­renza senza motivo, ma che affonda le sue radici in un passato da tutti dimenticato. Frida è sempre più sola e inerme, nel suo mondo popolato da creature spesso ostili e Sirio, un comune mortale che da poco si è unito al personale del rifugio, potrebbe essere la strada per raggiungere quella vita normale, lontano da sortilegi e maledizioni, a cui lei anela ormai da tempo. Fra lotte per sopravvivere, incantesimi, inganni e segreti svelati, Blaidd e Frida affronteranno un viaggio interiore che li porterà a un inevitabile cambiamento, in grado di mettere a dura prova anche l’amore più profondo..

 

 

— IL PERSONAGGIO : SABRINA —-

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità … 

No, non stiamo parlando di un supereroe in calzamaglia, ma di una splendida ragazza,  Sabrina, la migliore amica di Frida. Lascio a lei la parola, leggete con attenzione e capirete anche voi quanto sia promettente come personaggio !

 

Sabrina si racconta - Blog Tour 30 agosto Silvia Marchesini

 

Cari Lettori,

sono un po’ emozionata all’idea di parlare con voi della mia storia. Sì, perché vedete, io credo sia una storia meravigliosa. Lo so, sono un’in guaribile ottimista, sono sicuramente di parte e tendo sempre a vedere il lato positivo in tutto, ma credetemi, questa storia non vorreste proprio perdervela. Avete già conosciuto i protagonisti e scommetto che li avete trovati interessanti e che le loro lettere vi hanno incuriositi, quindi perché non approfondire? Ok, non sono qui per vendervi i libri, ma per parlare di me, ho capito. Il fatto è che non so bene cosa raccontarvi. Insomma, i personaggi come me sono un po’ strani e la gente tende ad essere diffidente con le persone strane. Io ho doti particolari, ce le ho dalla nascita e non posso farci nulla. All’inizio pensavo che avrei fatto meglio a tenerle per me e a non svilupparle, ma poi ho capito che era sbagliato rinnegare ciò che sono, anche perché le mie doti si sono rivelate molto utili. Vedete, la mia migliore amica si è cacciata in un bel guaio: prima si è lasciata coinvolgere in un gioco mortale, poi si è innamorata della creatura più sbagliata che possiate immaginare e se non l’avessi aiutata, forse né lei né il suo bel tenebroso sarebbero sopravvissuti. Non mi sto prendendo tutti i meriti, ci mancherebbe, ma so di aver fatto la scelta giusta assumendomi la responsabilità del mio ruolo e mettendo i miei poteri al servizio di Fardan e dei suoi abitanti. Certo, in parte l’ho fatto anche per me stessa. Lavorare al rifugio con Frida e con la mia famiglia è bellissimo, amo la vita semplice e il contatto con la natura, ma avevo bisogno di trovare il mio spazio, di capire perché mi erano stati concessi quelli che io ho sempre ritenuto doni preziosi e soprattutto volevo stare vicino a qualcuno in particolare… Ebbene sì, nemmeno io mi sono saputa salvare dal fascino degli esseri fatati e mi sono innamorata. Non posso dirvi di più, la cosa deve rimanere segreta, ma conquisterò il cuore del mio amato, di questo sono certa. E se siete curiosi di saperne di più, spero tanto che rimarrete con noi fino alla fine!

Sabrina.

 

 

 

Ahh, Sabrina, di certo hai incuriosito me ! E voi cosa ne pensate ? Personalmente trovo che sia una figura affascinante e allo stesso tempo delicata.  Dopo aver letto questa presentazione non vedevo l’ora di scoprire quale fosse il suo dono e di conoscerla in tutte le sue sfaccettature.

 

— ESTRATTO —

 Ma le sorprese non finiscono qua ! In anteprima per voi lettori naviganti, un  estratto esclusivo che ci dice qualcosa in più sul famoso rifugio in cui lavora la nostra Sabrina e ci fa piombare in un’atmosfera rarefatta di mistero :

 

Rifugio Mariotti Blog Tour 30 agosto

 

Allora, la curiosità e la voglia di leggere sta stracciando voi quanto me ?!  Fatemelo sapere in un commento, e se siete siete in vena, prima di ripartire per la prossima tappa fermatevi un secondo per partecipare a questa pesca fortunata : potrete vincere una copia dei libri, dei meravigliosi segnalibri autografati e due deliziosi portachiavi realizzati da MiPo, Creazioni Fatte a Mano. 

 

GIVEAWAY   

 

Noi ci rivedremo presto qui su Lovingbooks, con la recensione più approfondita e un mio commento personale di Prima del Solstizio d’Inverno ed Eclissi Gemelle di Silvia Marchesini.  Nel frattempo per ulteriori informazioni  e per conoscere meglio l’autrice potete dare un’occhiata al sito ufficiale di Linee Infinite, la casa editrice che li ha pubblicati.

Vi auguro buon viaggio, cari lettori, nuove tappe del Blog Tour vi aspettano nei prossimi giorni ! Buona Lettura !!  

— LE PROSSIME TAPPE —

Efreet si racconta

 Intervista, con estratto e booktrailer di Eclissi Gemelle

Dorcha si racconta 

Elvira si racconta

Sirio si racconta 

 Il personaggio misterioso !

l’ intervista con chiusura del Blog Tour e l’estrazione del giveawey 

Siete pronti a partire ?

23 Ago

Il 27 agosto vi invito a preparare i bagagli  e  a seguire le tappe di un super mega fantastico Blog Tour ! Ci attende uno splendido viaggio di navigazione nel mar Web alla scoperta di una storia meravigliosa : Prima del Solstizio d’Inverno ed Eclissi Gemelle, una duologia scritta da Silvia Marchesini ed edita da Linee Infinite. La nave attraccherà in dieci blogisole ricche di fascino, curiosità e succulente informazioni ! Venite a trovarci, vi aspettiamo, naviganti !

tappe blog tour Silvia Marchesini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: