L’Ultimo Orco di Silvana De Mari.

16 Giu

Allora, mi ero ripromessa di non scrivere niente sui libri della De Mari prima di aver finito tutto il ciclo da lei scritto. Ho riletto l’Ultimo Elfo più di un mese fa e non ne ho fatto parola, per l’appunto. L’idea era infatti quella di leggerli tutti e poi scrivere un articolo su Silvana, con una recensione unica per tutti i suoi libri. Il che è possibile, in un certo senso, ma difficile, vista la mole. Non parlo di quantità di pagine, ma di qualità, e di profondità di pensiero.   C’è semplicemente troppo da dire, per poterlo scrivere in un solo, misero articolo. Quindi non mi sono trattenuta, questa volta. Ho deciso di mettere qui il commento personale aggiunto su Goodreads. Non vuole essere una recensione approfondita, ma solo una raccolta di impressioni e pareri. Sentitevi liberi di aggiungere il vostro !

*ringrazio ayame88  per avermi consigliato i libri di Silvana De Mari. Sapevo che c’era un seguito de l’Ultimo Elfo, ma chissà perché ne ho sempre rimandato la lettura. Ora so che terribile mancanza sia stata, per un’appassionata di fantasy e per una ”apprendista scrittrice” , ignorarli per così tanto tempo.

LA MIA RECENSIONE PER GOODREADS su questo libro :

Quattro stelle, perché ha perso i suoi toni più leggeri, quelli che al di là di tutto mi hanno fatto amare l’Ultimo Elfo. Ma va riconosciuto, Silvana De Mari è una scrittrice straordinaria, oltre che una donna straordinaria, e bisogna dire che i temi che ha deciso di trattare ne L’Ultimo Orco sono tutt’altro che leggeri.
Lei sa svelare le cose che muovono il mondo e gli esseri umani, ne protegge i valori, ci fa vedere oltre la patina di superficialità e ipocrisia dietro la quale amiamo nasconderci. Questo libro respira delle esperienze africane, senza dubbio. Di voglia di riscatto, giustizia e amore. Pare impossibile, ma alla fine anche il più cattivo degli Orchi, ci dice, ha una storia alle spalle, e merita che si abbia rispetto per la sua anima. Per cosa combattere, che strada scegliere, quali e quanti sacrifici compiere … questo libro è un unicum, non ce ne sono altri che così profondamente hanno toccato le corde della mia coscienza. L’ho amato per avermi fatto spesso commuovere e pensare, ma la morte di un personaggio (non dirò chi), è stato un vero colpo al cuore, del tutto inaspettato. Impossibile non innamorarsi di Rankstrail, e non vergognarsi per aver mal giudicato Aurora. Impossibile non ammirare la donna forte e coraggiosa che è diventata Robi e non soffrire per lei. Impossibile non voler bene, dal primo istante, alla piccola Erbrow e al caporale Lisenstrail.
Lo consiglio alle madri, e ai ”figli degli Orchi”.

Un’altra breve recensione che ho apprezzato è stata questa :

Molto bello; come il primo, forse di più, anche se la mole inizialmente stanca un pò 
Gli spunti sono così tanti che riprenderli tutti è impossibile. 
Forse per tutti vale il sottolinare che non importa chi siano i nostri genitori ma quello che scegliamo. Sono le nostre azioni che fanno la differenza, non la casella in cui per caso o per destino ci troviamo a nascere. 
E’ il principio di responsabilità che tanto andrebbe insegnato oggi alle giovani generazioni; lo capiranno?

e anche questa : 

Sono rimasta molto sorpresa da questo libro. Rispetto all’ultimo elfo ho trovato una storia più matura e complessa. Mi sono ritrovata spesso con le lacrime e spesso con il sorriso.
Una miscela di sentimenti contrastanti che si alternavano mano a mano che la storia continuava, con molti colpi di scena.
Decisamente un bel libro, consigliatissimo dopo aver letto L’ultimo elfo in quanto questo oltre ad essere un sequel per metà si svolge in parallelo al precedente libro.
Sicuramente leggerò anche il terzo e il quarto. L’autrice mi ha conquistata!

L'Ultimo Orco

L’Ultimo Orco di Silvana de Mari


4 Risposte to “L’Ultimo Orco di Silvana De Mari.”

  1. ayame88 16 giugno 2012 a 22:46 #

    Credo che il pathos, se così lo si vuole chiamare, presente nella scena direi straziante della morte di ‘quel personaggio’, è pari a quello di un racconto epico. Non mi vergogno di dire che ho pianto perchè i libri sono maestri di vita e di morte a volte. Nei libri sono presenti tutte le sfaccettature dell’animo umano.
    Io però non direi che c’è uno stacco così netto tra i due libri, è la vita, è la crescita dei personaggi e la maggiore comprensione del mondo. Per le pagine in più..bè non mi hanno mai spaventato meno di 1000 pagine, ma forse sono un caso a parte (lo dimostra il fatto che ora ho una pila di 11 libri da leggere XD)!
    Vorrei consigliarti anche un altro libro di Silvana De Mari, Il drago come realtà, non è un racconto, ma un’analisi molto pacata e romanzata di cosa c’è dietro a fiabe e favole e fantasy in generale a volte.

    Mi piace

    • morklys90 16 giugno 2012 a 23:15 #

      Sono perfettamente d’accordo con te. Nemmeno io mi vergognerei mai, e in quella scena ho pianto come una fontana …. ç_ç Sono una ”lacrima facile” io, e siccome ero in bus ho dovuto prendere un fazzoletto e rimediare come potevo prima che pensassero che mi stavo sentendo male …😄 Mah, ho letto il Signore degli Anelli alle medie, e tutti mi davano della pazza. Non li capisco. Per me più sono lunghi meglio è, mi terranno più compagnia !! (a parte che più che la lunghezza, come ho detto, io cerco la qualità e la profondità. Un libro se è bello è bello, indipendentemente dal numero di pagine ). Per quanto riguarda lo stacco, oh, devo dirti, io ho sentito la mancanza del bellissimo filtro dato i pensieri puri e innocenti di Yorsh : un filtro che ha donato all’intera narrazione del primo volume un velo di leggerezza e in molti punti sorprendente comicità di fronte alle peggiori brutture. La mia non è in effetti una critica al cambio di ”stile”. L’ho anzi trovato adeguato e necessario. Io piuttosto, ho sentito una strana nostalgia, leggendo L’Ultimo Orco, quella nostalgia da Peter Pan che vede Wendy diventare grande e dimenticarlo … La crescita, lo sviluppo dei personaggi e delle loro storie, è comunque inevitabile, e ragguardevoli gli sforzi dell’autrice, che senz’altro hanno dato splendidi frutti.
      Il drago come realtà è un saggio vero ? Lo avevo trovato nel sito ufficiale, e se me lo consigli tu mi fido, andrò a leggermelo appena possibile !🙂

      Mi piace

      • ayame88 16 giugno 2012 a 23:22 #

        ^^ si l’ho usato per la mia tesi di laurea. ^^

        Mi piace

      • morklys90 16 giugno 2012 a 23:37 #

        GRANDEEE *_* !!!! Beh, allora devo assolutamente leggerlo !

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: